News

blog-grid

Tesi di laurea “Il Grand Tour abruzzese di Vincenzo Bindi, wikipediano ante-litteram” riceve il PREMIO AISA 2019. Il risultato della felice collaborazione fra Abruzzo Wikimedia Italia, Polo Museale Civico e Comune di Giulianova

  • 19 novembre 2019

Lo scorso 8 novembre 2019, l’Associazione AISA (Associazione Italiana Scienza Aperta) ha tenuto il suo V Convegno annuale a Udine, nell’ambito del quale ha conferito il Premio AISA 2019 ad Anastasia Nespoli per la tesi di laurea “Il Gran...

Read More blog
blog-grid

INCONTRI LETTERARI – Sabato 30 marzo ore 17.00 Biblioteca Civica “Vincenzo Bindi” incontro con Franco Casadidio autore di “Il volo del canarino” – dialogherà con l’autore Franca Santini

  • 26 marzo 2019

Alcuni tra i più grandi avvenimenti storici della prima metà del ‘900 fanno da sfondo alla vicenda umana e sentimentale dei protagonisti. Jürgen, rampollo di una famiglia dell’aristocrazia Bavarese nonché ufficiale delle SS e Sara, ebrea per parte...

Read More blog
blog-grid

Giulianova: Città che legge

  • 4 giugno 2018

Giulianova è tra gli otto Comuni abruzzesi, tre quelli in provincia di Teramo, che hanno ottenuto la qualifica di “Città che legge” 2018-2019. Il riconoscimento del Centro Libro Lettura, in collaborazione con Anci?, è indirizzato a quelle Amminis...

Read More blog
blog-grid

Il Maggio dei Libri

  • 17 maggio 2018

Per il terzo anno consecutivo l’Istituto Comprensivo Giulianova 2 rinnova l’adesione a “ Il Maggio Dei Libri– Vo(g)liamo leggere”. Prendendo spunto dai filoni tematici proposti a livello nazionale (Libertà-Patrimonio-Lingua), gli argo...

Read More blog

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato


Spuntando la casella, dichiaro di aver letto l’informativa privacy. Informativa privacy

La Biblioteca civica V. Bindi

Dotata di oltre 26 mila volumi, la Biblioteca civica Vincenzo Bindi è tra le strutture culturali più importanti dell'intera regione. La sua istituzione si deve alla munificenza dello storico giuliese Vincenzo Bindi, che, morto a Napoli il 2 maggio 1928, donò all'amministrazione comunale il suo preziosissimo patrimonio culturale, ammontante a 8 mila titoli inSieme con circa 15 mila documenti editi ed inediti fra manoscritti (compresi alcuni spartiti musicali di Gaetano Braga e la trascrizione del testamento del cardinale Mazzarino), lettere, appunti e autografi. Di particolare pregio sono tre incunaboli (tra i quali il De Arte Amandi), in aggiunta a 37 cinquecentine, 56 libri del Seicento, 174 del Settecento e 1994 dell'Ottocento. Sempre nel "fondo Bindiano" si conserva il ricco epistolario dell'intellettuale e, tra gli altri, una lettera autografa di Giuseppe Garibaldi, di grande valore anche filatelico per l'incisione di due rari francobolli inglesi, il Ten Pen e l'One Penny.
Leggi tutto